La danza sulle acque

Vangelo di domenica 8 gennaio 2023   

Mt 3, 13 – 17

Commento di fra Ermes Ronc

 

 

Commento per i social

LA DANZA SULLE ACQUE

Il cielo si apre perché vita esca, perché vita entri.

Gesù si mette in fila con i peccatori. In fila, come l’ultimo di tutti, ed entra nel mondo dal punto più basso perché nessuno sia solo. E lì in mezzo ci appare fuori posto, co­me se fosse saltato l’ordine normale delle co­se. 

Giovanni non capisce e si ritrae, ma Ge­sù gli risponde che questo è l’ordi­ne giusto, perché la nuova giusti­zia consiste nel ribaltamento che an­nulla la distanza tra il Puro e gli impuri, tra Dio e l’uomo. 

Il Battesimo è fatto di ac­qua, di voce, di Spirito. L’acqua del fiume è come un solco di vita arato den­tro il deserto, peren­ne frontiera alla terra pro­messa. Gesù si immerge nel fiume per me, non per sé; entra nell’acqua, dove l’uomo nasce ma non può vivere, dove Giovanni fa ri­nascere con la conversio­ne, promessa di vita nuova: «con me vivrai solo inizi, entrerai nella buo­na terra».

Gesù uscì dall’acqua: ed ecco, si aprirono i cieli e lo Spirito di Dio discese su di lui come una colomba. Lo Spi­rito e l’acqua sono le più antiche presenze della Bibbia, presenti già dal se­condo versetto della Gene­si, dove «lo Spirito di Dio aleggiava sulle acque».

Il primo movimento della vita nella Bibbia è una dan­za dello Spirito sulle acque, e il Battesimo di Gesù pone al centro l’aprirsi del cielo come si apre una finestra sul mare, una porta al sole, come si aprono le braccia agli amici, all’amato, ai figli, ai poveri. Il cielo si apre perché vita esca, perché vita entri. 

E venne dal cielo una voce che diceva: questi è il figlio mio, l’amato, in lui ho posto il mio compiacimento. Tre affermazioni dentro le quali sento pulsare il cuore vivo del cristianesimo, e il mio vero nome.

Figlio è la prima parola. Dio genera figli, secondo la sua specie.

Amato è la seconda parola. Prima della tua risposta, ad ogni tuo risveglio, il tuo nome per Dio è “amato”. Di un amore immeritato, che ti anticipa, che ti avvolge da subito, a prescindere. 

La terza parola: mio compiacimento. La Voce grida dall’alto del cielo, grida sul mondo e in mezzo al cuore, la gioia di Dio: è bello stare con te. E quanta gioia sai darmi!

E mi domando quale gioia posso regalare al Padre, io che l’ho ascoltato e non mi sono mosso, io che qualche volta l’ho per­fino tradito. Solo un amore immotivato lo spiega, perché avere un motivo per amare non è mai amore vero. 

Al nostro Battesimo, una voce ha ripetuto: figlio, io ti amo, tu mi dai gioia. Hai den­tro il respiro del cielo che ti av­volge e ti modella trasformando i tuoi dubbi in speranze, facendoti simile a me. Riserva di coraggio che ogni mattino apre le ali e ti avvolge, e ti aiuta a spingere verso l’alto qualsiasi cielo oscuro tu incontri.

Come si è aperto sul cielo di Cri­sto, lo stesso cielo si apre su noi con l’urgenza del­l’amore di Dio, e nes­suno lo richiuderà più.

Vai al commento di Avvenire

— Leggi su smariadelcengio.it

🌠✨🌠✨⛩✨

Domenica 8 gennaio

Battesimo del Signore

Is 42,1-4.6-7

At 10, 34-38

Mt 3,13-17

In quel tempo, Gesù dalla Galilea venne al Giordano da Giovanni, per farsi battezzare da lui.

Giovanni però voleva impedirglielo, dicendo: «Sono io che ho bisogno di essere battezzato da te, e tu vieni da me?». Ma Gesù gli rispose: «Lascia fare per ora, perché conviene che adempiamo ogni giustizia». Allora egli lo lasciò fare.

Appena battezzato, Gesù uscì dall’acqua: ed ecco, si aprirono per lui i cieli ed egli vide lo Spirito di Dio discendere come una colomba e venire sopra di lui. Ed ecco una voce dal cielo che diceva: «Questi è il Figlio mio, l’amato: in lui ho posto il mio compiacimento».

Buon ascolto!

Pubblicità

One thought on “La danza sulle acque

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...