💌✨⛩✨🎎🎏🎋🎌

La mattina, nell’immaginario di mio figlio, ha un retino in mano. Non sono farfalle, né petali di ciliegio, bensì sogni.
Il sabato soprattutto, quando il tempo va piano, schiude le labbra lì dove un bambino più piccolo aprirebbe solo le mani e mi racconta cosa ha visto.
Talvolta però sono incubi intensi e scopro che nascono in concomitanza con eventi, incontri, situazioni in cui sta imparando la vita di un altro passo.
«Ho paura di sognarli di nuovo» mi ha confessato.
Prima l’ho rassicurato sul fatto che ciò che vedeva non esisteva davvero, poi che comunque poteva svegliarmi quando voleva e che gli sarei stata accanto. Ma alla fine ho capito quanto importanti siano i sogni per un bambino.
«È normale avere paura degli incubi, Sōsuke. Eppure sono così importanti. Ci insegnano talmente tanto.»
«In che senso?»
«Se ci pensi sono come una palestra straordinaria in cui fare esercizio di ogni emozione, esercizio di coraggio, di fuga, di felicità…
della paura più nera.
E fai tutto questo, ti alleni insomma al terrore e alla gioia, in completa sicurezza.
Non ci sono conseguenze nella tua vita perché non cadi davvero dalla cima di una montagna e nessun mostro ti sbrana. Eppure, tu puoi fare esperienza di quelle emozioni…»
Ti prepari meglio alla vita –
Quest’ultima cosa non gliel’ho detta. Ciò che è troppo grande, un bambino giustamente lo schiva.
Ma ne sono convinta.
Tanto che ora, quando io stessa mi sveglio madida di sudore perché vago per i corridoi della mia casa d’infanzia, replico nella mente scene antiche di amore e abbandono o mi violento con l’immaginazione del peggio, ecco, adesso io mi rispondo che sto facendo esercizio.
Esattamente come accade quando scrivo un romanzo. Porto avanti storie che non vivo, possibili soluzioni a problemi che non ho mai avuto. Immagino tutte le vite che non ho ancora vissuto. Mi preparo.
📷 Scatto di un bravissimo fotografo di Hiroshima @mitwo_310_dayo
Pubblicità

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...