Seconda stella a destra questo è il cammino e poi dritto fino al mattino poi la strada la trovi da te porta all’isola che non c’è….

Il ponte dell’amicizia

 il ponte dell'amicizia

Il ponte 

Questa è la storia di due fratelli che vissero insieme d’amore e d’accordo per molti anni.
Vivevano in cascine separate, ma un giorno scoppiò una lite e questo fu il primo problema serio che sorse dopo 40 anni in cui avevano coltivato insieme la terra condividendo le macchine e gli attrezzi, scambiandosi i raccolti e i beni continuamente.
Cominciò con un piccolo malinteso e crebbe fino a che scoppiò un diverbio con uno scambio di parole amare a cui seguirono settimane di silenzio.
Una mattina qualcuno bussò alla porta di Luigi. 
Quando aprì si trovò davanti un uomo con gli utensili del falegname: “Sto cercando un lavoro per qualche giorno”, disse il forestiero, forse qui ci può essere bisogno di qualche piccola riparazione nella fattoria e io potrei esserle utile per questo”.
“Sì”, disse il maggiore dei due fratelli, ho un lavoro per lei.
Guardi là, dall’altra parte del fiume, in quella fattoria vive il mio vicino, beh! 
È il mio fratello minore.
La settimana scorsa c’era una splendida prateria tra noi, ma lui ha deviato il letto del fiume perchè ci separasse. 
Egli deve aver fatto questo per farmi andare su tutte le furie, ma io gliene farò una.
Vede quella catasta di pezzi di legno vicino al granaio? 
Ebbene voglio che costruisca uno steccato di due metri circa di altezza, non voglio vederlo mai più.”
Il falegname rispose: ”Mi sembra di capire la situazione”.
Il fratello maggiore aiutò il falegname a riunire tutto il materiale necessario e se ne andò fuori per tutta la giornata per fare le spese in paese.
Verso sera, quando il fattore ritornò, il falegname aveva appena finito il suo lavoro.
Il fattore rimase con gli occhi spalancati e con la bocca aperta.
Non c’era nessuno steccato di due metri. 
Invece c’era un ponte che univa le due fattorie  sopra il fiume.  
Era una autentica opera d’arte, molto fine, con corrimano e tutto.
In quel momento, il vicino, suo fratello minore, venne dalla sua fattoria e abbracciando il fratello maggiore gli disse: ”Sei un tipo veramente in gamba. 
Ma guarda! Hai costruito questo ponte meraviglioso dopo quello che io ti ho fatto e detto”.
E cosí stavano facendo la pace i due fratelli, quando videro che il falegname prendeva i suoi arnesi.
“No, no, aspetta”. 
“Rimani per alcuni giorni ancora, ho parecchi lavori per te”, disse il fratello maggiore al falegname.
“Mi fermerei volentieri”, rispose lui, ”ma ho parecchi ponti da costruire”. 
 Chi osa insegnare non deve mai smettere di imparare.
 
 
Edoardo Bennato – L’isola che non c’è
 
 
Seconda stella a destra
questo è il cammino
e poi dritto fino al mattino
poi la strada la trovi da te
porta all’isola che non c’è….
immagine leggoerifletto

Edoardo Bennato – Sono solo canzonette (1980) – 5 – L’isola che non c’è

L’Isola Che Non C’è
Seconda stella a destra
questo è il cammino
e poi dritto, fino al mattino
poi la strada la trovi da te
porta all’isola che non c’è.Forse questo ti sembrerà strano
ma la ragione
ti ha un po’ preso la mano
ed ora sei quasi convinto che
non può esistere un’isola che non c’èE a pensarci, che pazzia
è una favola, è solo fantasia
e chi è saggio, chi è maturo lo sa
non può esistere nella realtà!….

Son d’accordo con voi
non esiste una terra
dove non ci son santi né eroi
e se non ci son ladri
se non c’è mai la guerra
forse è proprio l’isola
che non c’è…. che non c’è!…

E non è un’invenzione
e neanche un gioco di parole
se ci credi ti basta perché
poi la strada la trovi da te…

Son d’accordo con voi
niente ladri e gendarmi
ma che razza di isola è?
Niente odio e violenza
né soldati né armi
forse è proprio l’isola
che non c’è…. che non c’è!

Seconda stella a destra
questo è il cammino
e poi dritto, fino al mattino
poi la strada la trovi da te
porta all’isola che non c’è.

… E ti prendono in giro
se continui a cercarla
ma non darti per vinto perché
chi ci ha già rinunciato
e ti ride alle spalle
forse è ancora più pazzo di te!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...