“Il Sole e la Luna sono simboli dell’alchimia del vostro essere. La Luna indica il femminile che esiste dentro di voi; il Sole indica il maschile. La Luna è l’intuizione; il Sole la ragione. La Luna è yin; il Sole è yang. La Luna è la pace, il silenzio; il Sole è energia, vitalità. La Luna è morte, sogno, immaginazione; il Sole è risveglio, vita, logica. Quando la Luna e il Sole si incontrano dentro di te, vivi un’esperienza straordinaria: sperimenti l’unione dell’unicità, la unio mystica. Quella è la meta di tutti i mistici: l’incontro interiore del Sole e della Luna. Questo è il vero incontro dell’Uomo e della Donna”

 

 

 ChiediloaManu  image

Stamane il cielo è tornato grigio, grigio pieno, quello che copre ogni cosa senza lasciar spazio a nessun altro colore. 


Così era ieri sera fino alle sei, ma come per incanto poco dopo si è pulito, come se un aspirapolvere stellare avesse tolto tutta la cenere del cielo per lasciare alla primadonna la bella mostra di se. Un regalo del cielo? La vanità della luna che amava mostrarsi nel suo abito fascinoso? Importante è stato che tutti abbiamo avuto l’occasione di puntare il naso all’in su, lasciando spazio al femminile in noi.


Osho riesce a descrivere in modo unico lo stare del sole e della luna in cielo, e in noi: “Il Sole e la Luna sono simboli dell’alchimia del vostro essere. La Luna indica il femminile che esiste dentro di voi; il Sole indica il maschile. La Luna è l’intuizione; il Sole la ragione. 

La Luna è yin; il Sole è yang. La Luna è la pace, il silenzio; il Sole è energia, vitalità. La Luna è morte, sogno, immaginazione; il Sole è risveglio, vita, logica.


Quando la Luna e il Sole si incontrano dentro di te, vivi un’esperienza straordinaria: sperimenti l’unione dell’unicità, la unio mystica. Quella è la meta di tutti i mistici: l’incontro interiore del Sole e della Luna. Questo è il vero incontro dell’Uomo e della Donna.”

Tali altezze danno le vertigini, ma chi ha toccato questa unione credo abbia sentito vibrare in se un pezzetto di Dio.

Nessuna ricerca della perfezione, ma dell’armonia si.

Fra Giorgio Bonati

>>> ilnestrosesansespine.blogspot.com

APPROFONDIMENTO


iniziamo con  preghiera di Giuliana Campisi

Sulle mie ossa stanche,
dove poggiano rigidi inverni
vibra un canto silenzioso,
una tacita richiesta tra le labbra
che s’alza lieve come un fil di fumo
verso un soffitto aperto verso il cielo.
Non sara’ l’inferno e neanche il paradiso 
che accogliera’ nella sua casa 
questa mia preghiera
– il fuoco e’ dentro me  e la luna puo’ aspettare –
sara’ forse una stella
o un viandante solitario
o forse ancora un vento di speranza, 
che ancora sopravvive
in questa terra derelitta.
 
Giuliana Campisi©

ilnestrosesansespine.blogspot.com

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...