La fiducia non si acquista per mezzo della forza. Neppure si ottiene con le sole dichiarazioni. La fiducia bisogna meritarla con gesti e fatti concreti.

Basta un pò di zucchero e la vita va ……

BASTA UN POCO DI ZUCCHERO E LA PILLOLA VA GIU’…


By leggoerifletto

Un po’ di zucchero

Mancavano, cinque minuti, alle sedici!

Trenta bambini, tutti della Quinta Elementare, quel pomeriggio, erano, eccezionalmente, irrequieti: agitati, emozionati, chiassosi, rumorosi…

Alle ore sedici, in punto, arrivò la maestra, per iniziare l’esame scritto, di Catechismo: i promossi sarebbero stati ammessi, alla Prima Comunione, esattamente una settimana dopo!

Immediatamente, un silenzio generale piombò, nella sala, dove erano seduti i bambini, in attesa delle domande!

Prima domanda:

“Chi mi sa dire, con parole sue, chi è Dio?”, cominciò, a dettare, la maestra…

Seconda domanda:

“Come fate, a sapere, che Dio esiste, se nessuno l’ha mai visto?”.

Dopo venti minuti, tutti avevano consegnate le risposte!

La maestra lesse, ad una ad una, le prime ventinove: erano, più, o meno, ripetizione, di parole dette, e ascoltate, molte volte!

“Dio è nostro Padre: ha fatto la terra, il mare, e tutto ciò che esiste!”.

Le risposte erano esatte, per cui si erano guadagnati la promozione, alla Prima Comunione…

Poi, chiamò Ernestino, un piccolo, vispo, bambino biondo: lo fece avvicinare al suo tavolo, e gli consegnò il suo foglietto, dicendogli di leggerlo, ad alta voce, davanti a tutti i suoi compagni!

Ernestino, temendo una pesante umiliazione, davanti a tutta la classe, con la conseguente bocciatura, cominciò a piangere…

La maestra lo rassicurò, e lo incoraggiò!

Singhiozzando, Ernestino, lesse: “Dio è come lo zucchero, che la mamma, ogni mattina, scioglie nel latte, per prepararmi la colazione! Io non vedo lo zucchero, nella tazza, ma, se la mamma non lo mette, ne sento, subito, la mancanza… Ecco, Dio è così, anche se non lo vediamo! Se lui non c’è, la nostra vita è amara: è senza gusto!”.

Un applauso forte riempì l’aula, e la maestra ringraziò Ernestino, per la risposta, così originale, semplice, e vera…

Poi, completò: “Vedete, bambini: ciò, che ci fa saggi, non è il sapere molte cose, ma l’essere convinti, che Dio fa parte, della nostra vita!”.

“Se la nostra vita è amara, forse, è perché manca il…”.

La fiducia non si acquista per mezzo della forza. 

Neppure si ottiene con le sole dichiarazioni. 

La fiducia bisogna meritarla con gesti e fatti concreti. 

– San  Giovanni Paolo II, papa – 

O graziosa Bambina,

nella felice tua nascita hai rallegrato il Cielo,

consolato il mondo, atterrito l’inferno;

hai recato sollievo ai caduti, conforto ai mesti,

salute ai malati, la gioia a tutti,

Ti supplichiamo:

rinasci spiritualmente in noi,

rinnova il nostro spirito a servirti;

riaccendi il nostro cuore ad amarti,

fà fiorire in noi quelle virtù

con le quali possiamo sempre più piacerti.

O grande piccina Maria, sii per noi “Madre”,

conforto negli affanni, speranza nei pericoli,

difesa nelle tentazioni, salvezza nella morte.

Amen.

 

Buona giornata a tutti. 🙂

www.leggoerifletto.it

Annunci

One thought on “La fiducia non si acquista per mezzo della forza. Neppure si ottiene con le sole dichiarazioni. La fiducia bisogna meritarla con gesti e fatti concreti.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...