“Olfatto, vista, udito, tatto. Il gusto ha preceduto tutti gli altri sensi e da poco si era soddisfatto. An plein! Tutto è compiuto, preferisco!Quante volte in una sola giornata tutto si compie, e noi a mendicare soddisfazioni e briciole di gioia bussando chissà dove.”

Glicine…Inebriante!

foto di Giorgio Bonati.
Giorgio Bonati con Odilia D’avella.

Inebriante! Ieri dopo cena esco per passeggiare, e mentre passo sotto il glicine bicolore, (già perché il nostro è un intreccio di quello color glicine con un suo gemello bianco) una vampata mi rapisce. Mi fermo e rimango come ammaliato: il profumo dolcissimo sembra di toccarlo, e ci vado dietro col naso all’in sù. Alzo lo sguardo e la luna fa bella mostra di se proprio lì, davanti a me, nella sua rotondità incerta, pronta a partorire tra qualche giorno. Contemporaneamente le rondini schiamazzano felici facendo il loro girotondo, e rifacendolo, e poi ancora. Qualche istante dopo la nostra gattina giunge ai miei piedi e inizia i suoi riti di adescamento: la mano sinistra si immerge nel suo pelo morbido (ha qualche antenato persiano, credo) e ciò le basterà per far nanna felice. Olfatto, vista, udito, tatto. Il gusto ha preceduto tutti gli altri sensi e da poco si era soddisfatto. An plein! Tutto è compiuto, preferisco! Quante volte in una sola giornata tutto si compie, e noi a mendicare soddisfazioni e briciole di gioia bussando chissà dove. 

“E’ chiaro: tutto ciò che possiedo mi è stato dato. Tutto ciò che ho di vivo, di semplice e di tranquillo, l’ho ricevuto. Non sono così folle da credere che mi fosse dovuto, o che ne fossi degno. No, no. Tutto mi è sempre stato dato, a ogni istante, da coloro che incontro. Tutto? Si. Da sempre? Si. Ad ogni istante? Si. Da tutti coloro che incontro, senza eccezioni? Si. Allora perché, talvolta, un’ombra, una pesantezza, una malinconia? Ebbene, è che talora mi manca il dono di ricevere. E’ un vero dono, un dono assoluto. Qualche volta pretendo di selezionare, di scegliere, mi dico che l’erba è più verde dall’altra parte del ponte, stupidaggini così, niente di grave giacché si continua a donarmi tutto, senza sosta, per nulla. Quella frase di Teresa di Lisieux, dinanzi alle prove: ‘ Scelgo tutto’.

Il mio Bobin è proprio bravo a leggermi dentro!

www.facebook.com

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...